L'identità nella tradizione

 
La Sicilia e i suoi sapori, la tradizione e la sua gente: questi gli ingredienti fondamentali della nostra storia, che si rinnova ogni giorno alla ricerca del perfetto equilibrio tra ricchezza della materia prima e capacità dell’uomo di trarne le sfumature migliori.

Era il 1950 quando Giovanni Di Pasquale aprì i battenti dello storico locale di corso Vittorio Veneto. Vi portò l’arte appresa nelle migliori pasticcerie e la passione della sua famiglia. Da questo connubio nacquero i più grandi capolavori della pasticceria ragusana: i fiocchi di neve che si sciolgono sulla punta della lingua, sprigionando l’essenza di mandorla e primavera, la torta Savoia con la sua rigorosa architettura di cioccolato, la sfilata di fichi, mandorle e canditi racchiuse nei biscotti delle feste. Nel 1973 il marchio divenne anche Villa Di Pasquale, sala ricevimenti che ha ospitato migliaia di banchetti, matrimoni, battesimi, ricorrenze.

La storia del marchio Di Pasquale è la storia di una città che ha mantenuto il suo cuore semplice dentro orizzonti sempre più ampi.

 

La forza nell'innovazione

 
Provate a chiedere ad un ragusano dov'è la Pasticceria Di Pasquale: non riceverete delle semplici informazioni, ma sarete accompagnati nel tragitto dalle storie che le nostre dolcezze continuano a ispirare. Negli anni l’amore per la semplicità della tradizione ha saputo parlare al mondo.

Guido Piovene nel suo Viaggio in Italia descrive la pasticceria Di Pasquale come “la più bella della Sicilia”; Sciascia non poteva fare a meno della nostra torta Savoia, che spediva agli amici; l'Europeo la inserisce tra le prime cento pasticcerie italiane e, nell'Almanacco dei Golosi ha un posto di primo piano. Il Gambero Rosso da anni continua a confermarne la presenza tra i Bar stellati d’Italia.

L’affetto dei clienti, vicini e lontani, che ci scelgono anno dopo anno per i loro momenti speciali o anche per un piccolo spazio di bontà e dolcezza quotidiano sono per noi il riconoscimento più importante.